d
t
m

Valutazione riferita ai risultati dell’insegnamento del francese nella 6a e 9a classe (H8 e H11) nei sei Cantoni Passepartout

Direzione del progetto:

Committenti: Cantoni del progetto Passepartout (dal 2018 Conferenza dei direttori cantonali della pubblica educazione della Svizzera nordoccidentale)

Durata: 
da 06.2015 a 05.2019
Team:
Stato: 
Completato
Descrizione: 

I sei Cantoni lungo il confine linguistico tedesco-francese (BE, BL, BS, FR, SO e VS) hanno deciso di introdurre l’insegnamento del francese prima di quello dell’inglese. In un accordo intercantonale, è stato convenuto un nuovo concetto di insegnamento linguistico.

Dall’anno scolastico 2011/12 – nel Canton BL dall’anno scolastico 2012/13 – il francese viene insegnato secondo il piano di studi Passepartout. Obiettivi, contenuti e struttura di questo tipo di insegnamento, come pure i manuali didattici Mille feuilles e Clin d’oeil, presentano differenze anche notevoli con il sistema adottato finora. Una delle caratteristiche fondamentali del piano Passepartout per l’insegnamento del francese è il perseguimento degli obiettivi in tre settori di competenza distinti: I) competenze comunicative; II) conoscenza delle lingue e delle culture; III) competenze strategiche di apprendimento. Il progetto prevede una valutazione riferita ai risultati delle competenze degli allievi dell’8° e dell’11° anno scolastico (secondo HarmoS) e un’inchiesta tra gli insegnanti e gli alunni. Per la valutazione vengono sfruttate le sinergie con il monitoraggio dell’educazione della CDPE (valutazione delle competenze fondamentali).

Finalità – Risultati attesi: 

Con l’ausilio di esercizi e strumenti per l’inchiesta, l’obiettivo è di trarre conclusioni affidabili sul numero di allievi inseriti nel progetto Passepartout che raggiungono le competenze fondamentali fissate dalla CDPE a livello di comprensione scritta, comprensione orale e produzione orale. Lo stesso va poi fatto per le competenze per le quali Passepartout ha definito obiettivi di apprendimento più elevati. Infine, vanno monitorati i progressi compiuti dagli allievi tra l’8° e l’11° anno scolastico.

Lo sviluppo di una parte dei esercizi a partire dai manuali didattici dovrebbe consentire di non limitarsi a conclusioni generali sul livello QCER delle competenze comunicative, bensì di esprimersi anche sul raggiungimento di obiettivi specifici del piano di insegnamento in altri ambiti di competenza. I risultati dell’inchiesta tra gli allievi e gli insegnanti possono essere utilizzati per spiegare eventuali differenze nel rendimento degli alunni. In generale, i risultati dovrebbero consentire anche di trarre prudenti conclusioni sull’efficacia del lavoro con gli strumenti didattici di Passepartout e dell’attuazione del concetto di insegnamento, e su un’eventuale necessità di ottimizzazione.

Finanziato dal credito per la valutazione riferita ai risultati dell’insegnamento del francese nella regione Passepartout.